Santuario Spogliazione Assisi | LE CELEBRAZIONI IN VISTA DELLA SANTA PASQUA
739
post-template-default,single,single-post,postid-739,single-format-standard,ajax_leftright,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,transparent_content,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-16.8,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive

LE CELEBRAZIONI IN VISTA DELLA SANTA PASQUA

ASSISI  – “A Pasqua tutto risorge. Gesù spezza la tomba per tirarci fuori dal destino di morte e aprirci un orizzonte di vita. La comunità cristiana che celebra la morte e la risurrezione di Cristo non può non ripartire dalla famiglia e dalla vita”. È questo l’invito del vescovo di Assisi – Nocera Umbra – Gualdo Tadino monsignor Domenico rivolge a tutta la comunità in vista della Pasqua. “Stiamo per vivere il mistero della passione, morte e resurrezione di Gesù. Impariamo da Gesù la logica dell’amore che ci fa famiglia e ci rende capaci di condividere le gioie e le sofferenze degli altri”. Per quanto riguarda il calendario degli appuntamenti si è iniziato il 14 aprile con la domenica delle Palme quando in mattinata, alle ore 9,30 c’è stato il ritrovo in piazza del Comune, davanti alla Chiesa di Santa Maria sopra Minerva per la benedizione delle palme e l’avvio della processione verso la cattedrale di San Rufino dove il vescovo ha presieduto la celebrazione eucaristica. Nel pomeriggio alle ore 16 si è tenuta l’ottava edizione della “Via Crucis – Meditazioni di San Leonardo da Porto Maurizio”, lette dal vescovo e dal sindaco di Assisi Stefania Proietti. Sono intervenuti anche i Cavalieri del Sovrano Ordine del Mammone Birichini e l’Insieme vocale della Commedia Harmonica. Mercoledì 17 aprile alle ore 16,30 è in programma la messa crismale nella cattedrale di San Rufino, mentre giovedì 18 aprile alle ore 17,30 la celebrazione in Coena domini e a seguire la tradizionale “Scavigliazione”, ovvero la deposizione del Cristo dalla croce al cataletto che verrà poi portato in processione venerdì 19 aprile. La stessa partirà infatti dalla cattedrale di San Rufino la mattina alle ore 6,45, dopo la celebrazione dell’ufficio delle Letture per arrivare, dopo aver toccato i monasteri del centro storico, alla Basilica di San Francesco. In serata dalle ore 19 e dopo la celebrazione della Passione la processione con la statua della Madonna Addolorata partirà per andare a prendere il Cristo Morto e tornare in cattedrale. Veglia di Pasqua sabato 20 aprile alle ore 22,30 nella cattedrale di San Rufino mentre il vescovo celebrerà la messa solenne del 21 aprile alle ore 11 nella concattedrale di Nocera Umbra.